Cos'è il packaging?

Progettazione studio grafico

Il packaging è il modo in cui un prodotto viene imballato, confezionato e presentato al pubblico e può avere ripercussioni positive o negative sul marketing.

Ma il termine packaging riguarda anche le azioni che vengono fatte per arrivare al risultato finale. Tra queste azioni ci sono studio e progettazione e la realizzazione delle confezioni.

 

Il packaging prima E ADESSO 

Perché lo si fa? Innanzitutto, per essere riconoscibili e distinguersi quindi dalla concorrenza. Con un packaging personalizzato, magari con logo, nome e colori del brand, un’azienda può diventare facilmente identificabile.
Anche lo stile dirà qualcosa dell’azienda: per esempio, chi vuole trasmettere un’idea di modernità, probabilmente sceglierà un design elegante, essenziale e minimalista.

Naturalmente l’imballaggio ha anche motivazioni pratiche, come le esigenze legate alla spedizione del prodotto e alla sua protezione.

Una volta, si intendeva soprattutto il secondo significato, quello più pratico. Ma con il passare del tempo, il senso legato al marketing ha avuto sempre più successo e oggi la situazione sembra essersi ribaltata. Infatti, quando sentiamo il termine “packaging”, pensiamo subito alla confezione e a come questa possa aiutare la vendita di un prodotto e la diffusione di un brand.
Dunque, se prima era un elemento marginale, adesso il packaging è centrale ed è parte integrante del prodotto.

 

Il packaging è un venditore

Immaginiamo di essere in un negozio: una scatola fatta bene può catturare la nostra attenzione e spostare la nostra decisione, facendoci comprare una cosa invece di un’altra. Alcuni hanno detto che il packaging è un venditore silenzioso.

Anche i QR code fanno la loro parte. Altra novità degli ultimi anni: i QR code, che sempre più spesso si trovano sugli imballaggi, sono un modo che le aziende hanno per comunicare con i clienti e per farli entrare nel loro mondo; quindi anch’essi aiutano allo scopo finale: la vendita.

 

Estetica e pratica

Ovviamente, il packaging che piace ad una persona può non piacere ad un’altra. È un elemento soggettivo.
Deve essere oggettivo invece che il pacco non presenti criticità che possano danneggiarne il contenuto durante il trasporto, lo stoccaggio, eccetera.
Per questo motivo, quando si concepisce una confezione, è necessario che ci sia una collaborazione tra creativi e specialisti di packaging. Questi ultimi devono tenere conto di aspetti funzionali, come la facilità di apertura.

Un altro elemento molto importante è costituito dai materiali che vengono impiegati, soprattutto in termini di impatto ambientale e di sostenibilità. Nella stessa ottica, bisogna considerare se l’imballaggio è riutilizzabile oppure no.
Insomma, non deve essere solo bello, “brandizzante”, accattivante e comunicativo, ma anche pratico e possibilmente ecologico. Quest’ultimo è un aspetto cui noi di Arti Grafiche 3 G facciamo molta attenzione.

 

Chi siamo noi

Arti Grafiche 3 G si occupa di queste cose dal 1960. Basta navigare sul nostro sito per scoprire tutti i nostri servizi e prodotti.
Se hai un’azienda e vuoi saperne di più sul nostro modo di fare packaging e imballaggi o se vuoi un preventivo, contattaci pure senza impegno.