Etichettatura degli imballaggi le linee guida del MITE e la nuova proroga
LOREM IPSUM DOLOR SIT AMET
le Linee Guida sull'etichettatura degli imballaggi

Le Linee Guida sull’etichettatura degli imballaggi? CNAe CONAI  vi informano che il Ministro della Transizione Ecologica ha adottato con decreto di natura non regolamentare, le Linee Guida sull’etichettatura degli imballaggi ai sensi dell’art. 219, comma 5 del D.Lgs. 152/2006 e ss.mm.

Il testo è stato elaborato alla luce delle linee guida proposte dal Consorzio nazionale Imballaggi (CONAI), con il fine di supportare le imprese mettendo a disposizione misure operative e gestionali per rispondere all’obbligo legale. Nello specifico il testo riguarda i riferimenti normativi dell’obbligo, i contenuti dell’etichettatura e le varie casistiche, le modalità di costruzione dell’etichetta, etc.

Le linee guida

In proposito è necessario precisare che tali Linee Guida non possono ancora essere considerate operative poiché il decreto di attuazione non è ancora vigente. Questo perché  richiede una procedura di notifica alla Commissione Europea per la necessaria fase di esame. Il decreto è stato già notificato alla Commissione Europea ma l’iter non si è concluso. Pertanto bisogna attendere la fase di effettiva pubblicazione ed attuazione definitiva. Pap 20, Pap 21 e altri simboli devono essere ancora ben assimilati sia dai produttori che dai consumatori. C’è anche il problema degli imballi neutro dove la stampa dei loghi comporterebbero costi aggiuntivi.

La versione attuale del decreto potrà essere aggiornata o modificata periodicamente, alla luce di nuove disposizioni di legge (Nazionali e/o Comunitarie), nonché di nuove specifiche indicazioni, semplificazioni tecniche e modalità applicative dell’etichettatura, derivanti da successive consultazioni e confronti con le Associazioni di imprese.

Con l’occasione vi ricordiamo le recenti modifiche intervenute sugli obblighi di etichettatura degli imballaggi e, nello specifico, la Legge di conversione del decreto Milleproroghe prevede la sospensione dell’obbligo di etichettatura ambientale degli imballaggi fino al 31 dicembre 2022, nonché la possibilità per gli operatori del settore di commercializzare i prodotti privi dei nuovi requisiti di etichettatura ambientale già immessi in commercio o già provvisti di etichetta al 1° gennaio 2023, fino a esaurimento scorte. le Linee Guida sull’etichettatura degli imballaggi per ora quindi non sono ancora chiare.

contattaci

Se hai bisogno di progettare e realizzare il tuo packaging compila il format !