,

Eco packaging design: tra paranoia e accessibilità tra sicurezza e inclusione

Eco packaging design: tra paranoia e accessibilità tra sicurezza e inclusione

Comieco all’interno del partenariato con il Master di primo livello “Systemic Innovation Design per il progetto del packaging” del Dipartimento di Architettura e Design – DAD del Politecnico di Torino ha partecipato al Design Lab 3.

Le restrizioni praticate universalmente, insieme ad una tensione verso l’igiene mai sufficiente, hanno modificato abitudini e comportamenti con particolare enfasi sul settore del cibo. Hanno costretto alla sanificazione qualunque prodotto food e non food, reo di provenire da uno scaffale della distribuzione.

L’intera esperienza d’uso, a partire dalle logiche relazionali tra gli utenti si è evoluta nei confronti di una crescente attenzione al contenuto come al contenitore.

Questo nuovo scenario ha aperto dunque nuove opportunità per la carta e il cartone e per il design aprendo riflessioni necessarie, cogliendo sfide urgenti e lasciando intendere nuovi interrogativi e possibilità di sviluppo.

In questo scenario il laboratorio ha indagato il futuro degli imballaggi in carta e cartone. Oltre la pandemia, dai sigilli antibatterici, alle aperture facilitate, dall’accessibilità in ottica di riciclo alla comunicazione.

 

L’emergenza sanitaria ha modificato totalmente i nostri comportamenti nei confronti di acquisti, abitudini alimentari, così come il rapporto con il packaging.”

https://www.comieco.org/eco-packaging-design-quale-futuro-per-carta-e-cartone/

Inviaci email